Hellblade: Senua’s Sacrifice troppo sottovalutato

Hellblade: Senua’s Sacrifice

“Ninja Theory si defonisce con tre caratteristiche: videogiochi stile ninja-melee, una grande caratterizzazione dei personaggi e una visione dell’arte completamente unica.
Con Hellblande alzeremo la posta in gioco, faremo del nostro meglio per garantire una esperienza di gioco profonda in un mondo distorto e brutale, violento e senza compromessi.
Accogliamo lo spirito creativo derivato dalla nostra indipendenza in questo lavoro senza venire meno al livello di qualità che da sempre ci ha caratterizzato. Non è indie, non è AAA. Questa è una terza via, è un AAA indipendente.
Si tratta di concentrare tutte le nostre forze nello sviluppo di un prodotto con caratteristiche molto specifiche e non di trovare la formula giusta per soddisfare tutti quanti. Si tratta di mettere al primo posto la nostra libertà creativa di modo da poter dare al pubblico ciò che cerca in noi al minor prezzo possibile.
Siamo ancora alle prime fasi dello sviluppo ma vi invito tutti a seguirci. Vogliamo mostrarvi come questo gioco è stato realizzato e tutti possono fare parte di questo viaggio.

Il gioco è dedicato ai nostri fans e supporters.”

Ho sempre amato la Ninja Theory per il loro approccio con le nuove tecnologie e i cambiamenti dei nostri tempi.
Il restailing della serie di Devil May Cry resta uno dei lavori meglio riusciti degli ultimi tempi nonostante le critiche negative di qualche nostalgico.
Non bisogna poi dimenticarsi della collaborazione con Noisia e CombiChrist che hanno provveduto alla maggior parte della OST.

Con Hellblade la Ninja Theory svolta pagina dando vita ad un prodotto completamente slegato da altri titoli, un passaggio che molte case di produzione hanno deciso di intraprendere. Il motivo è legato anche ad una strategia di marketing. La casa intende specializzare il proprio team nella produzione di videogiochi di settore senza scendere a compromessi per dover piacere a tutti.

Sicuramente Hellblade è destinato a dividere e segnere un passaggio fondamentale nel mondo videoludico e del concetto di produzione di un videogioco.

Trama

Attraverso la mitologia Celtica e Norrena questo gioco narra la vicende di Senua. Attraverso il suo punto di vista il giocatore dovrà attraversare un mondo d’ombra e affrontare nemici terrificanti, manifestazioni psicotiche nella realrà.

Le voci che si sentono continuamente nel gioco aiuteranno durante l’avanzamento del gioco e durante le sequenze di combattimento segnalando ad esempio un imminente attacco.

Caratteristiche

Sviluppato da: Ninja Theory
Pubblicato da: Ninja Theory
Direttore: Tameem Antoniades
Produttore: Dominic Matthews
Compositori: Andy LaPlegua
Engine: Unreal Engine 4
Piattaforme: Microsoft Windows, PlayStation 4
Data di rilaaxio: 8 Agosto 2017
Genere: Action, hack and slash
Modalità: Single-Player

PC

Sistema operativo: Windows 7, 8, 10
Processore: Intel i5 3570K / AMD FX-8350
Memoria: 8 GB di RAM
Scheda video: GTX 770 con 2GB VRAM / Radeon R9 280X 3GB
DirectX: Versione 11
Memoria: 30 GB di spazio disponibile
Note aggiuntive: risoluzione minima dello schermo 1280×720

PlayStation 4

Sistema operativo: 4.73
Memoria: 30 GB di spazio disponibile
Note aggiuntive: 1080p @60fps

PlayStation 4 Pro

Sistema operativo: 4.73
Memoria: 30 GB di spazio disponibile
Note aggiuntive: 1440p @30fps / 1080p @60fps

I need your support!
Facebook
Google+
http://www.klian.it/arte-videoludica/hellblade-senuas-sacrifice-troppo-sottovalutato/
YouTube
YouTube

Lascia un commento